Chi siamo

Il progetto

La conoscenza della storia dell'assistenza e della cura di malati psichici nell'area geografica del Tirolo storico è presente in maniera disomogenea nella coscienza collettiva già a partire dalla creazione del manicomio a Hall in Tirolo nel 1830, dell‘ospedale psichiatrico di Pergine nel 1882 e della clinica neuropsichiatrica di Innsbruck nel 1891 fino ad arrivare ai cambiamenti sostanziali nell'assistenza ai malati psichici occorsi in Italia alla fine degli anni settanta e alla riforma della psichiatria avviata in Austria nei primi anni novanta. Minacce quali "Attento che finisci a Hall, a Pergine" erano – e in parte ancora sono – modo di dire comuni. Eppure le informazioni circa la storia delle strutture manicomiali e l'attuale stato della psichiatria e delle condizioni dei pazienti non possono certo dirsi parte del patrimonio del sapere comune. Il progetto si occupa dello sviluppo dell'assistenza psichiatrica nel territorio del Tirolo storico e delle sue varie riforme.


La guida del progetto è affidata a collaboratrici e collaboratori dell'Istituto di scienze storiche ed etnologia europea e dell'Istituto di scienze dell'educazione dell'Università di Innsbruck e del gruppo Storia e regione: Siglinde Clementi, Elisabeth Dietrich-Daum (E.D.-D.), Maria Heidegger (M.H.), Hermann Kuprian (H.K.), Michaela Ralser (M.R.), Elena Taddei (E.T. ottobre 2008 a dicembre 2010).

Ricercatori e ricercatrici: Renate Fuchs (R.F.), Angela Grießenböck (A.G.), Sabine Mirrione (S.M.), Andreas Oberhofer (A.O. april 2009 a giugno 2010), Oliver Seifert (O.S.), Friedrich Stepanek (F.S.), Anselmo Vilardi (A.V. febbreio 2010 a dicembre 2010), Carlos Watzka (C.W. ottobre 2008 a marzo 2009).


Progetto Interreg IV Italia–Austria (2008–2011)

Leadpartner: Università di Innsbruck
Istituto di scienze storiche ed etnologia europea, Istituto di scienze dell'educazione


Partner del progetto: Archivio provinciale di Bolzano
Gruppo Storia e regione/Geschichte und Region